Cambiamo il mondo, una pagina alla volta
it Italian
Cambiamo il mondo, una pagina alla volta
it Italian

Sospeso come un foglio di carta

(9 recensioni dei clienti)

Anno di Edizione: (uscita programmata 8 Dicembre 2021)
Editore: Infuga Edizioni
Autore: Andrea Melosini
Prefazione: ND
Lingua: Italiano
Copertina: Flessibile
Pagine: 110
Peso: 190 gr
Isbn: 9791280624079
Dimensioni: 15×0,83×21 cm

Svuota
Categoria: Pubblicato
Genere: Selfhelp

Andrea è apparentemente un ragazzo come tanti, ma nella sua vita si trova di fronte ad ostacoli difficili da superare, come la disabilità e la morte prematura di un genitore.

Tipica del romanzo di formazione è l’evoluzione del protagonista che narra le sue vicende sostanzialmente attraverso i rapporti interpersonali costruiti nell’arco di una giovane vita.

Dai primi amori, alle amicizie, Andrea cresce e impara cosa significhi davvero vivere.

È al suo fianco che conosciamo tutte le figure della sua famiglia, dalla sorella, affetta da una disabilità che il protagonista accetta solo col tempo, al padre, capostipite di una famiglia abituata al sacrificio e caposaldo del nucleo.

Con la morte del genitore alfa Andrea entra in crisi, e ci narra come i rapporti d’amore e di amicizia lo abbiano sostenuto e abbattuto nell’arco di questi processi emotivi comuni a tutti noi.

Questo libro è un vero inno a non arrendersi di fronte alle difficoltà.

Ma quella notte dei primi di gennaio, quei trofei ambiti svanirono per sempre.

Quello fu un periodo natalizio molto particolare.

Regali del destino.

Sorprese della vita.

Papà venne colto da un infarto e ci lasciò nel giro di venti minuti.
Inutili sono stati i tentativi dei medici e di tutta l'equipe dell'ospedale presenti quella notte.

Io ero da solo in sala d'attesa ed ero all'oscuro del piano diabolico che la vita, il destino, Dio, il diavolo, e qualsiasi entità extra-terrena, stava compiendo a discapito di me e della mia famiglia.

Quella mattina la mia vita si fermò.

Sono passati pochi anni, ma mi sembra come se fossi rimasto seduto su quella seggiola nella sala d'attesa dell'ospedale Cristo Re.

Era lì che lo avevo accompagnato.

Era lì che lo avevo aspettato.

Era lì che lo avevo salutato.
Quel sorriso inconfondibile, l'eredità che mi aveva lasciato.
Ricordo ancora l'infermiere che mi invitò ad accomodarmi nella sala d'attesa e attendere paziente, senza farmi prendere dall'ansia e alimentare ogni genere di preoccupazioni.

Ma io non ero preoccupato, non ne avevo alcun motivo.

9 recensioni per Sospeso come un foglio di carta

  1. eleincitti (proprietario verificato)

    Un libro molto piacevole, con un linguaggio così semplice ma allo stesso tempo toccante fino all’ultima pagina. Sembra di stare seduti al bar a chiacchierare con l’autore e a parlare dei problemi della vita, degli amori trascorsi, di gioie e dolori. Assolutamente consigliato!

  2. Simone Rogante (proprietario verificato)

    Libro molto bello e scorrevole. Con un linguaggio semplice ed efficace ti senti avvolto nel racconto! Non voglio anticiparvi nulla! Lo consiglio assolutamente

  3. monica.bottecchia (proprietario verificato)

    Un libro molto bello, dalla scrittura semplice e scorrevole che riesce a coinvolgerti nelle emozioni dell’autore!!! Come quest’ultimo afferma potrebbe essere la storia di ognuno di noi… Anche la scrittura e la lettura di un libro è in grado di salvare la vita!!!

  4. chiaraa.diliberto (proprietario verificato)

    “Sospeso come un foglio di carta” è un libro che racconta con semplicità l’evolversi della vita di un ragazzo tra dolori e amori. E’ come fare una chiacchierata con un ragazzo che si è appena conosciuto e si racconta tra le righe e le parole. Questo romanzo è un invito a non accettare ciò che la vita alle volte ci mette davanti. Racchiude un piccolo insegnamento che ogni dolore va affrontato, metabolizzato per riprendere a volare. Molto bello!

  5. Antonella

    Ho letto il libro in un paio di ore. Mi è sembrato molto scorrevole ed accessibile, apparentemente leggero nella fase iniziale. Nei capitoli successivi, poi ha regalato vissuti emotivi carichi di introspezione e di valore.
    Credo che un po’ tutti si possano essere identificati in quelle pagine, ognuno a modo suo, ognuno in un capitolo.
    Le gioie,i dolori e i dubbi sono tutti stati d’animo presenti nella vita di adolescenti che diventano uomini e donne.
    Per questo credo che sia un testo adatto a tutte le età
    Lo consiglio tanto.
    Antonella

  6. giuseppina.tripi19 (proprietario verificato)

    Complimenti a questo giovane autore! Libro scorrevole profondo e commovente.. Libro che fa davvero riflettere. Consiglio vivamente la lettura di questo libro, in particolare, a chi ha voglia di emozionarsi

  7. francescasofi

    un’autobiografia ricca di episodi, emozioni, messaggi e sentimenti. Scorrevole e avvolgente.

  8. bettifrancesca96

    Avete presente quei libri che riescono a creare una connessione davvero potente con il lettore? Quelli che vi entrano dentro e che vi toccano nei punti più fragili? Ecco questo è uno di quei libri.
    Prettamente è la storia dello scrittore che a cuore aperto ripercorre le emozioni più significative e i momenti che più l’hanno segnato nel bene e nel male, portando il lettore a riflettere e ad immedesimarsi in lui. Una storia a cuore aperto che mi ha commosso sopratutto per come ha deciso di impostarlo, ovvero come una chiacchierata a cuore aperto fra il lettore ed un ragazzo che vive la vita per quello che è con le sue gioie e i suoi dolori, riuscendo però a fare riflettere su cose che spesso diamo per scontate.
    Sicuramente è una lettura che consiglierei a tutti in quanto, trattando diversi argomenti importanti, può riuscire ad arrivare al cuore di molte persone e sopratutto a far vedere la vita con occhi e prospettive diverse.

  9. ritacalistri

    🌀 Leggere
    “SOSPESO COME UN FOGLIO DI CARTA” di Andrea Melosini @rugantino82 (pag. 113) @infugaedizioni è stato un po’ come fare una lunga chiacchierata al bar con un amico.

    🌬️”La vita sulla terra è difficile e grave, ma nonostante questo è anche piena di meraviglie…”

    🌀In forma romanzata l’autore ci racconta le persone, gli eventi, le dinamiche, che hanno segnato la sua vita. Andrea, alla soglia dei quarant’anni, si racconta a noi lettori con semplicità ed empatia. Una storia che diventa romanzo di formazione, e ci ricorda che la vita è unica e va coltivata con cura, tenendo duro di fronte alle difficoltà.

    🌬️”Io decido di rialzarmi ogni giorno. Voglio prendere la rincorsa e spiccare il volo fino ad alzarmi dal suolo per rimanere sospeso nell’aria come un foglio di carta portato via dal vento.”

    🌀#cosanepensarita
    Sebbene il libro tratti tematiche importanti e dolorose, tra cui la disabilità e la sua accettazione, la perdita di una persona cara, l’amore, la paura, il dolore, mi è piaciuto molto il messaggio positivo e” leggero” che lascia:”se ce l’ho fatta io puoi farcela anche tu!” Ognuno vive ed ha vissuto i suoi drammi personali, le sue sconfitte, le delusioni in amore. Tutto sta nel riuscire a passare oltre, cosa non sempre facile ed indolore. Andrea non si vergogna di ammettere le sue paure, i suoi dubbi, le sue crisi esistenziali. C’è chi potrebbe chiamarla debolezza: io ci ho letto una grande forza. La forza di piegarsi, di affondare anche senza troppo stile, ma aver poi la forza di guardarsi allo specchio e reagire. Essere coerente con se stesso è una grande conquista, ed Andrea ce l’ha fatta: non aver paura di mostrarsi debole, accettare i propri limiti e conviverci. Credere nell’amore a prescindere, tanto la vita sa stupirci sempre, nel bene e nel male. La storia di un ragazzo in cammino in cerca della sua strada, con il grande sogno di diventare scrittore. Io dico che ci è riuscito, ed anche molto bene!

    🌬️#Illibroeservito #10libro2022 #autoriemergenti #scrittoriemergenti #andreamelosini #infugaedizioni

Aggiungi una recensione
Andrea Melosini

Andrea Melosini

Andrea Melosini, noto a tutti quelli che lo conoscono con lo pseudonimo di Jimmo, nasce a Roma il 26 gennaio del 1982 e sin da bambino coltiva la passione per l’arte cimentandosi nel corso degli anni con il disegno di fumetti prima, la musica poi, e infine la scrittura. Proprio quest’ultima forma di espressione verrà approfondita subito dopo aver terminato le scuole superiori, iniziando a leggere libri di vario genere e restando colpito dalla narrativa nuda e cruda di Charles Bukowski, autore che ha innescato in lui la voglia di dare forma alle sue vicissitudini quotidiane che lo hanno portato a scrivere moltissimi brevi racconti. Si diletta anche nella scrittura di poesie brevi e testi rap, in quanto ama i versi in rima. “Sospeso come un foglio di carta” è il suo primo romanzo, in parte autobiografico, che segna l’iniziazione dell’autore alla vita reale con passaggi dall’infanzia all’adolescenza, fino all’età adulta.
Torna su